Autorizzazione Integrata Ambientale - Provincia di Roma - Cosa è l'A.I.A ?

Home page - Auotirizzazione Integrata Ambientale
Domande si AIA
Provvedimenti di AIA
Impianti per tipologia
Documenti degli impianti
Mappa degli impianti
Modulistica on line
Domande frequenti
Area riservata
Cosa è l'A.I.A ?

sei in

Home » Informazioni » La A.I.A. » Cosa è l'A.I.A ?

                            Autorizzazione Integrata Ambientale A.I.A

Che cos'é:
La Provincia di Roma è competente al rilascio delle Autorizzazioni Integrate Ambientali (A.I.A.) per gli stabilimenti di cui all’allegato VIII, degli allegati alla Parte II del D.Lgs. 3 aprile 2006, n. 152, come modificato dal d.lgs 29 giugno 2010 n. 128, con esclusione degli impianti di gestione dei rifiuti, di competenza regionale.
Si tratta di un’autorizzazione all’esercizio della specifica attività. Nel provvedimento vengono dettate le modalità di esercizio dell’impianto con riguardo agli impatti su tutte le matrici ambientali contemporaneamente (aria, acqua, suolo).
Vengono anche autorizzate le condizioni di esercizio con riferimento all’efficienza energetica e di processo secondo le Migliori tecnologie disponibili (MTD/BAT), in osservanza delle documentazioni tecniche approvate in sede comunitaria e nazionale.
La legislazione regolatrice del procedimento di rilascio delle autorizzazioni integrate ambientali mira, essenzialmente, a garantire il tassativo rispetto delle prescrizioni e dei limiti di tollerabilità relativi alle fonti di inquinamento derivanti dall’esercizio di attività produttive.
Più specificamente, con l’autorizzazione integrata ambientale l’amministrazione competente provvede ad autorizzare l’esercizio di un impianto o di parte di esso a determinate condizioni, che devono garantire la conformità ai requisiti di cui alla parte seconda del D. Lgs. 3 aprile 2006, n. 152.
L’autorizzazione ha validità di 5 anni.
Qualora la Società fosse in possesso di certificazione UNI EN ISO14001 oppure registrazione EMAS Ia validità è estesa rispettivamente a 6 anni e 8 anni.
 

A chi si rivolge:
Ai gestori degli impianti, ma anche alla cittadinanza che può partecipare ai procedimenti di autorizzazione.

 

Cosa fare:
Compilare la domanda utilizzando la modulistica approvata dalla Regione Lazio, disponibile in versione informatizzata al seguente link di questo sito: vai alla modulistica on line

corredata dalla seguente documentazione:

1) Documentazione tecnica;
2) Versamento per il contributo rimborso spese di istruttoria.

La Regione Lazio, insieme con la modulistica da compilare, ha sviluppato un dettagliato documento di guida alla compilazione della domanda (Suppl.ord.n. 4 al BURL n. 16 del 10/06/06), che fornisce tutti i dettagli utili.

 

Costi:
domanda in bollo da € 14,62 rimborso spese di istruttoria secondo quanto previsto dal Decreto Ministero Ambiente 24/4/2008 “Modalità, anche contabili, e tariffe da applicare in relazione alle istruttorie e ai controlli previsti dal decreto legislativo 18 febbraio 2005, n. 59, recante attuazione integrale della direttiva 96/61/CE sulla prevenzione e riduzione integrate dell'inquinamento”. (Comunicato in GURI n. 222 del 22-9-2008) n. 1 marca da bollo da € 14,62 da apporre sul provvedimento di autorizzazione.

 

Come opera la Provincia:
L’Amministrazione Provinciale, su delega della Regione, è l’Autorità competente al rilascio delle autorizzazioni integrate ambientali per gli impianti siti nel territorio della Provincia di cui al Titolo III-bis del D. Lgs. 3 aprile 2006, n. 152 con esclusione degli impianti di gestione dei rifiuti, di competenza regionale.
Il provvedimento autorizzativo viene emesso al termine del procedimento svolto secondo quanto stabilito all’articolo 29-quater del citato D.Lgs.152/2006.
Il procedimento si fonda su un’attività istruttoria di stretta natura tecnica, condotta con il supporto dell’Arpalazio, per quanto attiene il programma di monitoraggio e controllo dell’attività, che analizza gli impatti ambientali dell’impianto in esame.
Le autorità che hanno competenze ambientali sul territorio (Comune, Regione, ASL, Autorità di Bacino, ecc..), riunite in Conferenza di servizio secondo la L. 241/90, esprimono i propri pareri.
Durante la finestra temporale di un mese seguente all’apertura del procedimento anche la cittadinanza ha diritto di visionare la documentazione e di presentare osservazioni in merito all’attività per cui è stata chiesta l’autorizzazione.
 

- Inizio della pagina -

Il portale "Autorizzazione Integrata Ambientale - A.I.A." della Provincia di ROMA è un progetto realizzato da Internet Soluzioni S.r.l. con la piattaforma ISWEB ®

Il progetto Autorizzazione Integrata Ambientale - Provincia di Roma è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it